Ali di Vita Associazione Onlus dedita alla sensibilizzazione ed aiuto sui Disturbi del Comportamento Alimentare

Recensione del Romanzo “Rosa stacca la spina” di Igor Nogarotto

"Rosa stacca la spina" è un romanzo che parla dell'amore eterno oltre a tutte le convenzioni.

 


Recensione del Romanzo “Rosa stacca la spina” di Igor Nogarotto 




SCHEDA

Autore: Igor Nogarotto

Titolo: ROSA STACCA LA SPINA 

Sottotitolo: Una storia di amore, erotismo, morte, rinascita
 
Genere: Narrativa Italiana 

Editore: Edizioni Effedì 

Data di uscita in libreria: 2 febbraio 2022 





Sinossi. 




"Rosa stacca la spina” è un romanzo rosanero graffiato di humor ed elegante erotismo, è la realizzazione della storia d’amore che tutti sogniamo, è una magia che si avvera, ma che corre costantemente in bilico tra la vita e la morte, sul filo sottile di un esito imprevedibile. La ‘spina’ di Rosa potrebbe staccarsi, ma nell’ambivalenza della sua omonimia scioglie il confine tra eutanasia e metafora esistenziale, divenendo il simbolo della catarsi dei personaggi, rinascita che sublima il senso stesso dell’esistenza umana ridisegnando il perimetro di demarcazione tra i concetti mortale e immortale. 



Prefazione dell’Associazione Ali di Vita 


Prima di partire con la recensione vorremmo sottolineare un aspetto importante per “Ali di Vita” che sono i Disturbi Alimentari. Nel libro in oggetto sono citati come confidenze tra i protagonisti del Romanzo, quindi non fondamentali per il racconto stesso. Queste confidenze si potranno notare nella lettura del libro e sono citate in tre parti diverse del libro: la prima parte solo accennato, la seconda parte dove la protagonista del romanzo sottolinea l’attenzione che bisogna portare per non essere risucchiati nella malattia, terzo ed ultimo punto dove, durante una festa, condivide con Igor il ricordo di una ragazza di quando erano insieme per un percorso di cura. 



Recensione. 




Due sono i protagonisti, Igor e Rosa ( poi interverrà un terzo “ospite” che li accomunerà), ma a tenere le fila del romanzo è il protagonista maschile dove, nelle vicende narrate, saprà prendere per mano il lettore e portarlo con se con la sua forza espressiva ed avvincente. 

Il romanzo comincia dalla fine, anzi ad un passo dalla fine….ma da quest’ inizio alla fine del romanzo, in mezzo, una vita! 

Igor si trova davanti ad un capezzale di un ospedale di Padova dove si trova adagiata Rosa e viene informato dai medici della gravità della malattia che la affligge. Fortemente impressionato e deluso per la novità, ritrova quell’amore verso Rosa che non si era mai sopito e che ritornerà sempre più dirompente con i ricordi, alternando presente e futuro in un andirivieni impressionante e forte nell’intensità. Sembra quasi che Igor pensi al futuro, quel futuro che sembra cancellato dalla realtà dei fatti. 

Da questo punto Igor fa rivivere i suoi ricordi con Rosa, così da la possibilità al lettore di conoscere chi era veramente per lui. Così racconta del corteggiamento, della diffidenza che aveva Rosa nei suoi confronti, dei primi approcci, delle prime condivisioni e di come poi cedette e accettò questa relazione dovuta anche all’insistenza molto garbata di Igor. Degli approcci sensuali tra di loro, senza ipocrisie, senza velare quella realtà vissuta e condivisa, in maniera diretta ma mai volgare. La gelosia che attanagliava il suo cuore dovute all’incertezza della condivisione del sentimento. I momenti strani e in egual modo difficili dei primi momenti della convivenza e di come via via con il trascorrere dei giorni quelle due entità così diverse si accomunassero in un sentimento unico, “una cosa sola”! come sottolinea l’Autore. 

Un amore così intenso, così forte ed unico nelle emozioni e nelle sensazioni provate che sembrava indissolubile, erano così un corpo unico che nessuno avrebbe potuto dividere…ed invece successe qualcosa, e quel qualcosa portò via dalla convivenza Rosa, che lasciò Igor incredulo, disperato e senza un perché… 

L’Autore fa vivere il libro e il lettore in un limbo sempre perfetto, bilanciato con precisione tra presente e passato, cercando di portare un “sorriso” nel ricordare con lei, anche in maniera ironica e scherzando, su determinate situazioni. Ricordi che Rosa non può sempre seguire, o seguire per intero, date le condizioni in cui versava e alle cure a cui era sottoposta. 

 …e così ritroviamo Igor davanti a quel capezzale e ritrova quell’amore, che aveva cercato di dimenticare nei 10 anni di separazione, immutato e forse più forte di prima. Forse cercava una risposta per quell’abbandono improvviso, senza un perché. Forse voleva portare una luce al suo sentimento che giaceva in fondo al suo cuore offuscato da mille domande a cui non sapeva dare risposta. 

Forse era tutto questo, ma le condizioni di Rosa continuavano a peggiorare e Rosa consapevole dell’impossibilità di guarire e delle sofferenze che stava provando, con la lucidità della sua mente decide di farla finita. Igor cerca in tutti i modi possibili di dissuaderla, cerca in tutti i modi di avvolgerla nel caldo abbraccio dell’amore…ma succederà qualcosa di inaspettato, di meraviglioso e di grande che non vi racconteremo perché il Romanzo “Rosa stacca la spina” merita di essere letto e condiviso nella sua integrità. 


 Nota a margine. 


Come è consueto fare Igor Nogarotto ha completato l’opera libraria con una canzone “Una cosa sola” che di per sé è una sintesi del libro stesso, ma ha arricchito ancor di più il tutto con un video che nella sua bellezza e semplicità esprime la vastità dell’ Amore Eterno, senza vincoli d’età e di appartenenza.




Biografia IGOR NOGAROTTO 




Cresco in un paesino di 2.000 anime della provincia astigiana, Mombercelli, ma sento da subito l'urgenza di emigrare in zone più aperte all’esternare la propria emotività e dopo i 20 anni mi trasferisco a Bologna, dove trova terreno più fertile per l'espressione artistica, rispetto all'indole introversa (seppur affascinante e misteriosa) delle mie colline piemontesi. 

Sono un creativo a 360 gradi (a tratti a 720°): scrittore, autore e compositore di inediti, musicista (pianoforte e chitarra), vocalcoach, cantautore, autore di testi per comici, nonché organizzatore di eventi ed ufficio stampa con la mia agenzia di spettacolo SAMIGO PRESS che ho fondato nel 1995. 

Ho pubblicato gli album "BABELE" (1998 - Simbolo biblico della difficoltà di comunicare), "PENSIERI NEVROTICI" (2000 - Album intimista che cerca di esorcizzare problematiche psicologiche e fobie quali depressione, ipocondria, paura del buio), "HO BISOGNO DI SUPERMAN" (2003 - Metafora della necessità di ricorrere a forze "soprannaturali" per risolvere le difficoltà della vita), "ALTER IGOR" (2011 - Dialogo con me stesso per raggiungere la consapevolezza), album che ho promosso live in 35 date nei principali teatri italiani, in apertura degli spettacoli di Giuseppe Giacobazzi ed il singolo "NINNA NONNA" (2005) che viene riconosciuto come "Canzone Ufficiale Italiana dei Nonni" e vende più di 40.000 copie. 

Nel 2013 pubblico con Eclissi Editrice il libro "VOLEVO UCCIDERE GIANNI MORANDI", romanzo di formazione dedicato all'icona storica della Musica Italiana, che viene premiato al Festival di Sanremo come "Miglior esordio letterario", libro per cui ho ricevuto minacce di morte per circa 1 anno da parte di un fan fanatico del fans club di Morandi, Morandimania. (Poi cessate grazie all'intervento di Morandi stesso che con un video ha chiesto di "lasciarmi in pace", perché il mio era un titolo puramente ironico.) 

Ora vivo a Roma. Ho dato vita al progetto "POPE IS POP", canzone-flash mob dedicata a Papa Francesco. "Non sono credente, ma credo in Papa Francesco" questo è stato il mio motto. Il primo importante evento si è svolto al Carcere di Rebibbia dove detenute di diversa estrazione geografica e di diverso credo religioso hanno danzato insieme, unite per Francesco: è stato il primo flash mob della storia in un carcere italiano. Ne hanno parlato più di 50 Stati nel mondo, la notizia è rimbalzata sulle pagine dei quotidiani dal The New York Times ai giornali russi, cinesi, australiani, africani. 

Nel 2016 ho sentito l'urgenza di esternare creativamente un forte disagio interiore: non mi sento a casa nel mio Paese, l'Italia, la culla dell’Arte, ma che per gli Artisti non rappresenta un luogo sicuro e di sviluppo, ma un muro da scalare senza appoggi. "ITALIA VAFFANCULO" è un inno d'amore provocatorio, è la voce rivolta all'Italia, ma anche soprattutto agli ITALIANI, che vengono invitati a svegliarsi, perché il risveglio verso la consapevolezza deve partire prima di tutto dal singolo individuo. 

Nel 2020 esce il mio singolo “Eleonora sei normale”. La tematica è quella dei disturbi alimentari. Il testo è quello scritto dalla diciottenne Eleonora: è la sua lettera d’addio lasciata alla madre prima del gesto estremo. La canzone diviene simbolo della celebrazione della Giornata Mondiale dei disturbi alimentari del 2 giugno e viene trasmessa a “Striscia la Notizia”. 

Poi con l'età e la maturata esperienza in tanti ambiti creativi ho compreso che sia la scrittura l'unico strumento per riuscire a convogliare armonicamente e in modo efficace i miei variegati talenti. Ed è iniziata la stesura di "Rosa stacca la spina", un lungo parto in cui ho assemblato le mie attitudini espressive e le mie passioni per The Beatles, Jeanette Winterson, Arcimboldo e Quentin Tarantino.



COMMENTI

Nome

Citazioni,89,Dicono di noi-Redazionali,7,Eventi,134,Foto,77,Libri,10,Raccontarsi,56,
ltr
item
Associazione Ali di Vita: Recensione del Romanzo “Rosa stacca la spina” di Igor Nogarotto
Recensione del Romanzo “Rosa stacca la spina” di Igor Nogarotto
"Rosa stacca la spina" è un romanzo che parla dell'amore eterno oltre a tutte le convenzioni.
https://blogger.googleusercontent.com/img/a/AVvXsEgxJsU-KhptVKsSiOJ7ZEPFPx0PpJ6YnOltkkJx_PM7dO09QWK-N2un86XN_3O6wd-HAM0UKPfGTxm-xkuuv1ViZbimL0rg3GFTwYsx3260YHsWWL9QyP8_50H_9J_vUtXnMmeMUZzbGys8imE4y99P2P-1HwcWeXNcJvYI4NvXsI9nBoDM4s57RZNt=s320
https://blogger.googleusercontent.com/img/a/AVvXsEgxJsU-KhptVKsSiOJ7ZEPFPx0PpJ6YnOltkkJx_PM7dO09QWK-N2un86XN_3O6wd-HAM0UKPfGTxm-xkuuv1ViZbimL0rg3GFTwYsx3260YHsWWL9QyP8_50H_9J_vUtXnMmeMUZzbGys8imE4y99P2P-1HwcWeXNcJvYI4NvXsI9nBoDM4s57RZNt=s72-c
Associazione Ali di Vita
https://www.alidivita.org/2022/02/recensione-del-romanzo-rosa-stacca-la-spina-di-igor-nogarotto.html
https://www.alidivita.org/
https://www.alidivita.org/
https://www.alidivita.org/2022/02/recensione-del-romanzo-rosa-stacca-la-spina-di-igor-nogarotto.html
true
8453532666341186079
UTF-8
Carica tutti i post Non ci sono articoli Vedi tutto Leggi tutto Rispondi Elimina la risposta Elimina Da Home Pagine Articoli Vedi tutto ARTICOLI RACCOMANDATI PER TE Etichetta Archivio Cerca Tutti gli articoli Non sono stati trovati articoli per la tua ricerca Ritorna alla Home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Ora 1 minuto fa $$1$$ minutes ago 1 ora fa $$1$$ hours ago Ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di 5 settimane fa Followers Follow THIS CONTENT IS PREMIUM Please share to unlock Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy